Un nuovo inizio

De tudo, ficaram três coisas:
A certeza de que estamos sempre começando
A certeza de que precisamos continuar
A certeza de que seremos interrompidos antes de terminar.
Portanto devemos:
Fazer da interrupção um caminho novo
Da queda um passo de dança
Do medo, uma escada
Do sonho, uma ponte
Da procura, um encontro

Fernando Pessoa

Annunci

La mente livida

Lieve e silenzioso
il tocco di un’immagine,
non basta il tempo
non basta l’oblio,
leggi parole che non sono tue
guardi e non sei lì.

La mente livida,
picchiata ciecamente,
duole e avvicina
l’evidenza del distacco,
il tedio,
la scena che ti allontana.

Gli ematomi del pensiero,
te stesso straniero,
pulsano nella mente provata
dal lungo peregrinare.
Lividi.
Fastidioso inevitabile dolore.

Ogni caso (Wislawa Szymborska)

Ieri Roberto Saviano ne ha parlato con la partecipazione che gli è consueta. Ha ragione. E’ una poesia intensa e lacerante per la sua semplicità e per la disarmante chiarezza del suo messaggio: come l’amore può trasformare le nostre povere, vuote e iper-razionali esistenze sociali.

Ogni caso

Poteva accadere.
Doveva accadere.
E’ accaduto prima. Dopo.
Più vicino. Più lontano.
E’accaduto non a te.
Ti sei salvato perché eri il primo.
Ti sei salvato perché eri l’ultimo.
Perché da solo. Perché la gente.
Perché a sinistra. Perché a destra.
Perché la pioggia. Perché un’ombra.
Perché splendeva il sole.
Per fortuna là c’era un bosco.
Per fortuna non c’erano alberi.
Per fortuna una rotaia, un gancio, una trave, un freno,
un telaio, una curva, un millimetro, un secondo.
Per fortuna sull’acqua galleggiava un rasoio.
In seguito a, poiché, eppure, malgrado.
Che sarebbe accaduto se una mano, una gamba,
a un passo, a un pelo
da una coincidenza.
Dunque ci sei? Dritto dall’animo ancora socchiuso?
La rete aveva solo un buco, e tu proprio da lì? Non c’è fine al mio stupore, al mio tacerlo.
Ascolta
come mi batte forte il tuo cuore.

Wislawa Szymborska